Museo Galleria del Costume,
Esposizione dedicata alle “Donne Protagoniste nel Novecento”. Questa esposizione viene inaugurata nel gennaio 2013 per celebrare i 30 anni dall’apertura della Galleria del Costume.
Grazie al variegato panorama delle collezioni, sono stati scelti dei capi unici non solo per la loro eleganza ma anche per la loro storia personale, abiti atti a rappresentare alcune donne protagoniste della moda del secolo passato.
Nasce dunque l’esposizione della Galleria del Costume dedicata proprio alle “Donne Protagoniste nel Novecento”.

La mia grande passione per la Moda mi ha portato a visitare, nel corso degli anni, più volte la Galleria ma ho apprezzato moltissimo questa esposizione, non solo per gli abiti e gli accessori ma principalmente per la storia che li accomuna.
Attraverso questa mostra si è potuto rivivere il novecento e farlo attraverso le vite di donne eccezionali, in un contesto storico difficile, ma che attraverso il loro sguardo si è potuto apprezzare anche con i relativi cambiamenti sociali.
Ogni sezione é stata dedicata ad una donna-protagonista e parlava della sua vita personale ma anche dell’Italia come nazione in bilico e poi al centro di due guerre mondiali. L’abito riflette in modo chiaro e semplice le abitudini del tempo e sopratutto la personalità di chi lo indossa, trasportati quindi all’interno della vita dell’attrice simbolo Eleonora Duse, di Maria Cumani, ballerina e attrice nonché moglie del poeta Quasimodo.

In questa mostra, inoltre, abbiamo avuto l’occasione di conoscere alcune delle donne protagoniste della storia della moda, come l’eccentrica giornalista nonché ideatrice del Vintage Anna Piaggi e la celebre collezionista di moda Cecilia Matteucci Lavarini.
Nella mostra non si è parlato solo di grandi donne ma anche di grandi Ateliers che dettarono moda sia in Italia che in Europa.
Un vero spettacolo di tessuti e colori che ha conquistato tutto il pubblico, il quale, una volta uscito, ha visto gli abiti sotto una luce diversa.